Tomas Tichy – About a digital dream

Loading Events
  • This event has passed.

 

Tomas Tichy

ABOUT A DIGITAL DREAM

Solo Show

 

13th September – 20th October 2018

Opening 13th October 2018

 

Catalogue on Show with text by Karin Reisovà  and Vlatislav Tokos

Comunicato stampa Tomas Tichy

 

For the first time in Italy Crag Gallery presents in Italy the work of the young artist from Prague Tomas Tichy in a solo show entitled “About a Digital Dream” from the 13th September to the 18th October 2018.

The choice to exhibit Tichy’s work starts from the attention of the gallery towards the new generation of painters born in the mid 80s in Czech Republic. The artist is part of a trend which tries to renew the classic painting through current themes. This “Painting Renaissance” is deeply supported by the tradition of the Good Painting at the Academy of Fine Arts of Prague, where the artist studied.

The artworks shown are coherent with the past cycles, but they also present themselves as research medium of new and current contents that the artist expresses with technical skill, starting from figuration to join abstract original elements.

In his paintings Tichy proposes a scenic plant in which he unites sparks from the reality that surrounds him and hypnotic timeless details. The artwork is permeated by a sensation of silence and stillness. They originate by the severe rationality of the impersonal and technical design typical of his city. The architectural aspect is then connected to the central skill of the new technologies and of their impact on people. The artist wants to give a double vision: on one side the technology offers himself to the man reassuring him, supporting him, instead on the other side it becomes creator of stress and doubts, bringing the man to ignore the importance of empathy between humans. The artworks contain details difficult to catch, but that influence and sometimes are crucial in the existential questions of our life.

The series of shown works includes the key painting Signal in which the artist starting from pictures taken in the Australian rainforest, replaces a tree, climbed by a friend, with a prefabricated chipboard structure to represent the flows that surround us and that we love, but that most of the time we lose. Chaos and order combine themselves to represent the society and how Tichy says “ What seems like chaos may sometimes have its own hidden pattern, and where we see order, chaos often prevails…”

 

 

 

ABOUT A DIGITAL DREAM

Mostra personale

 

Dal 13 settembre al 20 ottobre 2018

Inaugurazione 13 settembre 2018 ore 14 – 21

 sarà presente l’artista

Catalogo in mostra con testo di Vlatislav Tokos

 

Giornata del Contemporaneo 13 ottobre 2018

Crag Gallery presenta per la prima volta in Italia il lavoro del giovane pittore praghese Tomas Tichy in una mostra personale dal titolo “About a digital dream” dal 13 settembre al 18 ottobre 2018.

La scelta di proporre il lavoro di Tichy nasce dall’attenzione della galleria verso la generazione di pittori nati nella metà degli anni ’80 in Repubblica Ceca. Il lavoro dell’artista fa parte di una tendenza che cerca di rivitalizzare la pittura classica affrontando temi attuali e questo “rinascimento della pittura” è fortemente sostenuto dalla tradizione della buona pittura all’Accademia delle Belle Arti di Praga dove l’artista si è formato.

Le opere in mostra sono coerenti con i cicli passati, ma si pongono anche come mezzo di ricerca di nuove ed attuali tematiche che l’artista esprime con assoluta abilità tecnica, partendo dalla figurazione per unirvi elementi astratti originali.

Nei dipinti Tichy propone un impianto scenico in cui unisce spunti della realtà che lo circonda e dettagli ipnotici e atemporali; la composizione che ne risulta è pervasa da una sensazione di silenzio ed immobilità che derivano dall’austera razionalità del design impersonale e tecnico tipico della sua città. L’aspetto architettonico viene poi legato alla centrale tematica delle nuove tecnologie e del loro impatto sull’uomo. L’artista ne vuole dare una doppia visione: da una parte la tecnologia si pone al servizio dell’uomo e lo rassicura, per certi versi lo sostiene, dall’altra parte invece è creatrice di angoscia e dubbi, e lo porta a tralasciare l’importanza dell’empatia tra esseri umani. I lavori contengono dei dettagli che a prima vista non si scorgono ma che in realtà influiscono e talvolta sono decisivi di questioni esistenziali nella nostra vita.

La serie di lavori in mostra comprende il quadro guida Signal in cui l’artista, partendo da immagini fotografiche scattate nella foresta pluviale in Australia, sostituisce ad un albero in cui un’amica si era arrampicata, una struttura di truciolato prefabbricata a rappresentazione dei flussi che ci circondano e che amiamo, ma che spesso perdiamo. Si combinano il caos e l’ordine a rappresentazione della società e come sostiene Tichy “Sembra che il caos a volte abbia un suo ordine nascosto e dove vediamo l’ordine, il caos invece spesso prevale … “.

 

La mostra sarà visitabile nell’orario della galleria da martedì a venerdì 15,30 -19,30

sabato 10.30-13.00 / 15,30-19,30 -ogni mattina su appuntamento

Per informazioni                                                                                                                                                          

info@cragallery.com+39 3351227609

 

BIOGRAFIA

Tomas Tichy è nato a Praga nel 1984, dove vive e lavora. Dopo aver conseguito la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Praga, sta continuando con un dottorato di ricerca nella stessa università.

Rappresenta in modo originale la nuova tendenza artistica dell’arte emergente in Repubblica Ceca e collega, con originalità, la qualità pittorica e lo studio tecnico alla ricerca tematica, unendo classicismo e innovazione. Le opere in rapido sviluppo di Tomáš Tichý presentano uno dei concetti più originali della nuova ondata della pittura ceca. È stato in grado di collegare tecniche di pittura ben studiate e accuratamente studiate con l’abilità e la volontà di continuare a cercare e scoprire nuovi temi per i suoi dipinti.

Negli ultimi anni ha partecipato a diverse mostre ed è stato finalista al Columbia Threadneedle Prize, Premio Celeste, Art Prize CBM (Torino, Praga, Londra).